Musicarte confronta per te le 3 migliori schede audio in commercio

 

Quali sono Le 3 migliori Schede Audio home recording in commercio?

In ambito recording l’acquisizione del segnale audio è da sempre l’aspetto fondamentale e senza dubbio anche il più critico.

L’evoluzione tecnologica ci permette di convertire digitalmente con qualità “da studio” segnali audio (a partire da quelli microfonici, come la nostra voce) con budget piuttosto bassi soprattutto se paragonati ai costi di 20 o 30 anni fa.

Proprio per questo il mercato delle interfacce audio(comunemente definite “schede audio”) è decisamente affollato di prodotti proposti da molte case produttrici e soprattutto di fasce di prezzo e prestazioni diverse tra loro.

Non a caso, ci arrivano spesso richieste di S.O.S. e di consigli su quale modello scegliere. Quindi… perché non chiedere agli esperti di musicartestore.com, punto di riferimento nazionale per l’audio equipment? Ci ha risposto Marco Coacci, fonico ed audio-spècialist “Musicarte”, prendendo in esame Le 3 migliori Schede Audio su altrettante fasce di prezzo. Fidatevi, vale la pena ascoltare le sue dritte!!!

Le 3 migliori Schede Audio

Scheda Audio M-Audio M-Track 2×2 M (Schede Audio Homer recording)

M-Track 2×2 M fa parte dell’ultima serie “M-AUDIO”, storico produttore di strumentazione audio/midi. Fisicamente ha una costruzione con un solido chassis di metallo, connessioni frontali e sul retro, potenziometri, meter dei due Ingressi e led di controllo (power, phantom-power, Midi In e Out) sul pannello superiore leggermente inclinato per facilitare la visualizzazione rapida di questi ultimi. E’ una “classica” scheda audio in formato desktop con una dotazione di ingressi e uscite che potremmo definire ormai uno standard: 2 in + 2 out con interfaccia midi In/out su connettori Din 5 poli e uscita cuffie. I due ingressi sono di tipo Mic/Line e possono anche essere utilizzati ad alta impedenza per la connessione diretta di uno strumento musicale (basso, chitarra e quant’altro) su connettore Combo. All’interno la scheda propone due preamplificatori dalla timbrica piuttosto cristallina e poco “colorata”, adatta a chi cerca un suono che non necessariamente ammicchi ad un banco analogico come succede per prodotti di altri competitor. I 55db di range di guadagno con un buon rapporto segnale-rumore e la conversione con profondità di 24-bit fino a 192Khz lavorano in sinergia e garantiscono la possibilità di acquisire segnali ad alta risoluzione. La sezione output ci propone due uscite su connettore TRS (tipicamente utilizzati per il monitoraggio su una coppia di speaker) e una presa cuffia con un comodo controllo di bilanciamento tra il segnale direct (le sorgenti fisicamente collegate alla scheda) e il segnale della DAW per un monitoraggio a latenza zero. M-Audio ha deciso di costruire questa interfaccia pensando al futuro: nativa infatti c’è la connessione USB-C che garantisce l’utilizzo su computer di più recente e prossima costruzione (come tutta l’ultima linea di Apple Mac) ed inclusi nella confezione troviamo il cavo di connessione USB-C/USB-C e USB-C/USB-A, che permette la compatibilità anche con i modelli di qualche anno fa. In generale la scheda risulta di facile installazione (ci sono i soliti software da scaricare dal sito M Audio) e dai nostri test i driver si sono rivelati stabili e con latenze molto basse. La timbrica è precisa, chiaramente distante da prodotti più costosi, ma adatta alla ripresa vocale, complice appunto la durezza della conversione a bordo che possiamo ritrovare in particolare sulla parte medio-alta delle frequenze. M-Track 2×2 M offre quini un rapporto qualità / prezzo davvero ottimo, con un pacchetto di programmi inclusi che non va sottovalutato. Interessante anche il bundle “M TRACK 2×2 VOCAL STUDIO PRO” che include anche un microfono a condensatore e cavo XLR M-F, una cuffia, i software e la scheda in oggetto però nella versione con un solo preamplificatore e senza interfaccia midi. Un acquisto consigliabile a chi vuol entrare nel mondo dell’home-recording senza investire cifre folli ma con risultati di tutto rispetto

 

Scheda Audio Focusrite Clarett 2PRE USB (Schede Audio Home Recording)

Le 3 migliori Schede Audio
Le 3 migliori Schede Audio

La serie Clarett fa parte delle schede audio che potremmo definire “semi-pro”, nata inizialmente con connessione thunderbolt ora trasla la connettività su USB con driver aggiornati a latenze prossime allo zero: la connessione lato scheda è su USB-C e all’interno troviamo 2 cavi di connessione con terminale USB-A e USB-C. La componentistica interna garantisce un’ottima sezione di preamp e di convertitori e con possibilità di routing buone, il tutto proposto ad un prezzo abbordabile a tutti. Nella sezione INPUT troviamo i 2 Mic/Line frontali con relativo potenziometro gain, sul retro un optical-IN permette di espandere la sezione ingressi fino ad un massimo di 10 (a 44,1 o 48kHz). Gli ingressi Mic/Line accettano praticamente tutti i segnali (microfono, segnali di linea e strumento) e godono di un preamp progettato specificatamente per questa linea di prodotti: la grande gamma dinamica (119dB da scheda tecnica) fa si che diventi piuttosto difficile rimanere “strozzati” in ingresso col nostro segnale. La pulizia del suono è ottima, la funzione “AIR” permette di simulare il comportamento del noto Preamp Focusrite ISA: questa modellazione si rivela particolarmente utile in caso di ripresa vocale; testando con uno stesso microfono apprezzerete senza dubbio come, con la modalità AIR attiva, la timbrica diventi più squillante e dettagliata, aumentando il gain del preamp potrete raggiungere sonorità volutamente più aspre, ma anche lavorarci per restituire una ripresa setosa e comunque versatile. I convertitori lavorano bene e non ci restituiscono artefatti di prodotti più economici, si arriva anche in questo caso a 192kHz per creare file ad alta risoluzione. La sezione Output propone 4 TRS/TS sul pannello posteriore e presa cuffia anteriore (buono il livello di uscita, può pilotare anche cuffie di impedenza superiore a 80Ohm) e a completare un’interfaccia Midi IN/OUT. Da segnalare la gestione del routing tramite software dedicato (“Focusrite Control” per Mac e PC) che implementa anche il controllo remoto tramite dispositivi iOS a patto che computer e dispositivo mobile siano collegati alla stessa rete WiFi: comodo per chi ad esempio in un Home Studio registra da solo ma ha la necessità di controllare il monitoraggio a distanza. Scheda Audio consigliata per qualità costruttiva e timbrica, molto concreta ed essenziale, riesce a proporre ad un mercato entry-level un ottimo prodotto di facile utilizzo e con un buon pacchetto di plug-in che provengono sia da Focusrite che da Softube e altri dedicati alla produzione (AbletonAddictive Keys ecc).

 


Motu Ultralite MK4 (Schede Audio Home Recording)

 

Le 3 migliori Schede Audio

Quando si parla di Schede Audio Home Recording, va steso un bel tappeto rosso al marchio Motu, riferimento di alta qualità in questo settore. La serieUltralite, dal momento della prima comparsa sul mercato, si è imposta modello dopo modello, come autentico strumento professionale in un formato desktop compatto.

La Motu UltraLite-mk4, nella sua ultima versione, non tradisce di certo le aspettative: alto numero di ingressi e uscite, connettività e stabilità con tutti i sistemi operativi grazie all’USB2 con latenza bassissima, nuove risorse DSP a bordo (doppia capacità di calcolo rispetto alla versione mk3) e ora include anche il chip ESS Sabre32 per un DAC ad altissima definizione garantendo la stessa timbrica cristallina di prodotti più costosi (come la Motu 1248). La conversione quindi rimane un riferimento (campionamenti fino a 192kHz) e nella modalità stand-alone (come anche in modalità recording se collegata al computer) ora può sfruttare per ogni canale la simulazione di Equalizzazione e compressione analogica, tutto pilotabile da mixer software che, con un approccio simile ad un vero banco analogico, tiene sotto controllo ogni entrata e uscita, gestisce le mandate ausiliari e la possibilità di Mix indipendenti. Comoda la funzione per remotare il mixer software tramite la web-app, che garantisce compatibilità massima con praticamente tutti i sistemi operativi e web-browser ma a discapito di un controllo leggermente meno fluido rispetto ad un’applicazione scaricata sul dispositivo (che richiederebbe però continui aggiornamenti e occuperebbe spazio). La dotazione del software poi è completata da un real-time FFT display,spettrogramma “waterfall”, oscilloscopio, X-Y plot e analizzatore di fase. Timbricamente i preamp sono molto flessibili, poco colorati e trasparenti, ottimo il gain di circa 60dB e il rapporto segnale rumore. Fisicamente la troviamo racchiusa da un robusto e leggero chassis in alluminio (possiamo anche montarla su rack), con tutti controlli e connessioni di ottima qualità, il display che permette di tenere sotto controllo il meter di tutti i segnali in IN e OUT, a che frequenza sta lavorando e con che riferimento di clock. Scheda audio sicuramente adatta a chi cerca qualità, stabilità, basse latenze e grandissima flessibilità: un “coltellino svizzero” che permette di avere qualità da studio per un utilizzo anche come mixer digitale in piccoli contesti di rinforzo sonoro live.

Schede Audio Home Recording

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *